Orario in Moldova     Site map    mailto:support@logisticsmoldova.com    Home     EnglishItaly
Home Consigli di ViaggioPianifica il viaggioLinks utiliI Nostri ClientiDiventa Partner
Ospiti Contattaci Consigli di Viaggio Pianifica il viaggio Links utili I Nostri Clienti Diventa Partner



Informazioni Generali
Mappa della Moldova
Requisiti Visto
Galleria Foto
Qualche Statistica
Come arrivare
Visite
Ambasciate Straniere
Istituzioni Statali
Galateo
Tempo Libero a Chisinau




Sulla Moldova    Briciole di Storia    Localizzazione Geografica    L' Arte di Coltivare    La Nostra Bevanda Preferita    Un Cenno di Economia    La Città Capitale    Cultura e Tradizioni Locali    Resti Archeologici    Cucina Nazionale    Noi, La Gente   

Parlando di uva, la vinificazione è un elemento ineludibile della cultura moldava. La Moldova vanta orgogliosamente alcune delle piú grandi cantine del mondo, presentando anche un' eccellente collezione di vini. Difatti il regno degli inferi a Milestii Mici è stato registrato nel libro del Guinness per la sua vastità e per l' impressionante collezione, che conta fino a due milioni di bottiglie. Questo labirinto del vino occupa gallerie che furono scavate come miniere per l' estrazione della calce negli anni 70 del secolo scorso. La lunghezza totale delle gallerie assomma a 200 Km, dei quali sono usati piú di 50 Km. La profondità varia dai 40 agli 85 metri. Forte, no? Si può anche visitare, assaggiarne i pregevoli vini e gustare la deliziosa cucina nazionale servita sul posto.

Un' altra grande cantina è quella di Cricova, che pure è fatta di molte gallerie, passaggi e sale sotterranee (130 Km). Ogni galleria è come una via cittadina col nome del vino che vi si produce. Queste cantine sono situate sotto uno spesso strato di suolo in roccia calcarea. Per la loro ubicazione, la temperatura risulta costante tutto l' anno a 12–14 ° C, con umidità del 79%. Si tratta di condizioni molto favorevoli all' affinamento ed alla conservazione del vino.

Ma comunque non è tutto. Chiedete a qualunque casa di paese e verrete accolti con un bicchiere di scintillante vino fatto in casa. Prodotto personalmente da chi vi ospita, quello è il suo vero orgoglio. Quindi non affrettatevi a rifiutare una cortese offerta; potreste ferire i sentimenti del vostro ospite. Ad ogni modo, tenete presente che dopo il primo bicchiere ve ne sarà offerto un altro e... un altro ancora, e cosí via... In pratica il consumo di vino qui è alquanto intenso. Quindi, sta a voi.

Ci sono un sacco di leggende collegate al vino. Una dice che molti anni fa c' era una roccaforte Moldava assediata dai nemici. I difensori della fortezza dovevano combattere per la propria vita, ma dopo varie settimane rimasero senz' acqua. La sete prosciugava loro le forze, mentre i nemici festeggiavano già la vittoria – questione di ore ed avrebbero potuto scalare le mura della fortezza. Ma successe un miracolo. Il cielo divenne scuro quando arrivò in volo uno stormo di cicogne, ciascuna delle quali portava un grappolo d' uva. Giunte sopra il forte assediato, le cicogne lasciarono cadere l' uva ai suoi difensori. Spenta cosí la loro sete, i guerrieri si lanciarono a combattere i nemici con impeto rinnovato. Ebbero la meglio e l' immagine della cicogna col grappolo d' uva divenne il marchio che potete vedere sulle bottiglie dei vini moldavi.

Poiché il vino si fa in autunno e dovunque si guardi c' è un lussureggiare di colori, la maggior parte dei matrimoni in Moldova si celebra in autunno. La gente festeggia col vino nuovo e con abbondanza di frutta e verdure, ma... basta col vino. Ne ho scritto abbastanza che già mi dà il capogiro.

Precedente    Seguente  


  © 2002 "Glemus-Com",
  All Rights Reserved
    Tel.: +39 328 5543565
E-mail: rudy@glemus.com
support@glemus.com
Skype: Neteagle9
Dillo a un amico | Condividi la tua opinione